Rosalía or the Flamenco revolution (include traduzione italiano).

The young vocalist Rosalía is turning the traditional concept of flamenco upside down without losing its identity.

His amazing diction and goblin will help any Spanish student to become familiar with the language and culture that enclose him/her.

It is absolutely incredible to talk about Spanish culture without mentioning flamenco; that musical genre from the south of the Iberian Peninsula in which the whiny and painful singing, the gypsy touch of the classical guitar and dance merge to create the style of Moorish airs that characterises Spain. Its clarity has transcended international limits and touched people all over the world. The elf, that inexplicable feeling from which flamenco flows, doesn’t leave anyone indifferent, wherever they come from.

As of today, flamenco is more alive than ever. From its humble inception, it has gained the title of Intangible Cultural heritage of humanity and there is currently no city in Spain where the teaching of flamenco classical guitar playing in conservatories is not a fact. The professionalization of the genre, far from fading its essence, has allowed its expansion and proliferation, bringing this heartfelt music to thousands of young people, who have taken the baton of the most famous cantaores.

An example of this is Rosalía, a 25-year-old Catalan who is reviving the world of flamenco thanks to the continuous evolution and experimentation of her music. Although her inspiration comes from flamenco, she herself refuses to classify her art into anything concrete, as she seeks to inspire totally free and unconditional feelings. Her latest album, Los Angeles – a joint project with Spanish producer and musician Raül Refree-, has earned her a place on the contemporary music scene and a Latin Grammy nomination for Best New Artist in 2017.

As I have already stated on other occasions, a great idea when learning a language is to listen to music made in that language, all the more so if it contributes to a cultural submersion, which always facilitates assimilation and understanding. An unparalleled advice for Spanish students is to listen to Rosalía, who, thanks to her faultless diction, will help many to improve their comprehension skills while showing the essence of flamenco – the characteristic music par excellence of Spain – in all its splendour.

If you are not too clear about the meaning of the leprechaun, listen to Rosalia: you will understand it perfectly.

Adrian G. Gomez

Rosalía e la rivoluzione del flamenco

La giovane cantautrice Rosalìa sta capovolgendo il concetto tradizionale del flamenco senza però privarlo della sua essenza

La sua favolosa dizione e il suo duende verranno in aiuto a qualsiasi studente di spagnolo per familiarizzare con la lingua e la cultura che la circonda

È del tutto impossibile parlare di cultura spagnola senza menzionare il flamenco; questo genere musicale proveniente dal sud della Penisola Iberica nel quale il canto piagnone e addolorato, il tocco gitano della chitarra classica e il ballo si fondono per creare quello stile di arie moresche che caratterizza la Spagna. La sua purezza ha oltrepassato le frontiere internazionali ed ha commosso le persone di tutto il mondo. Il duende, questo sentimento inspiegabile che il flamenco emana, in lungo e largo, non lascia nessuno indifferente.

Al giorno d’oggi il flamenco è più vivo che mai. Partendo da origini umili, esso è riuscito a conquistare il titolo di Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità e al momento non ci sono città in Spagna in cui gli insegnamenti del tocco della chitarra classica in stile flamenco non siano una realtà nei conservatori. La professionalizzazione del genere, lontana dallo sfumare la sua essenza, ha permesso la sua espansione e la sua proliferazione, avvicinando questa sincera musica a migliaia di giovani, che hanno preso il testimone dei più grandi cantautori.

Un esempio di ciò è Rosalìa, una catalana di appena 25 anni che sta rivoluzionando il mondo del flamenco grazie alla continua innovazione e sperimentazione alle quali sottopone la propria musica. Nonostante la sua ispirazione parta dal flamenco, ella stessa preferisce non incasellare la sua arte in qualcosa di concreto, perciò cerca di ispirare sentimenti totalmente liberi e senza condizionamenti. Il suo ultimo album, Los Angeles – progetto legato al produttore e musicista spagnolo Raul Refree –, ha permesso a quest’artista dalla lunghissima criniera di crearsi un varco nella scena musicale contemporanea e di essere nominata al premio Grammy Latino come migliore nuova artista del 2017.

Come ho già detto in altre occasioni, nel momento in cui si voglia imparare una lingua è una favolosa idea ascoltare musica elaborata in tale lingua, ancor più se questo favorisce un’immersione culturale, la quale facilita sempre l’assimilazione e la comprensione. Una raccomandazione senza eguali per gli studenti di spagnolo è quella di ascoltare Rosalìa che, grazie alla sua impeccabile dizione aiuterà molti a migliorare le proprie capacità comprensive nello stesso momento in cui gli mostrerà l’essenza del flamenco – la musica caratteristica spagnola per eccellenza – in tutto il suo splendore.

Se non vi è abastanza chiaro cosa significhi duende, provate ad ascoltare Rosalìa: lo capirete alla perfezione.

 

Adrián G. Gómez

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *